eur 0 to eur 10,000

More Search Options

eur 0 to eur 5,000,000

More Search Options

eur 0 to eur 750,000

More Search Options
We found 0 results. View results
Advanced Search

eur 0 to eur 1,500,000

More Search Options
we found 0 results

VIESTE

Vieste è tra le città più antiche della Daunia: ebbe grande splendore fra il IX ed il VI secolo a.C., fu colonia greca ed in seguito importante municipio romano, con Diocleziano, infatti, la città ebbe il suo “defensor civitatis”, privilegio che poche colonie della Puglia potevano vantare. Il toponimo si presta a varie letture, ma tutte comunque riconducibili alla voce “fuoco”, l’etimo etrusco “Apheneste”, il latino “Ustum”: tutti termini ricollegabili al culto del fuoco e della dea del focolare Vesta, da cui discende Vieste.

Vieste, situata in provincia di Foggia, è ubicata su un promontorio calcareo all’estremità orientale del Gargano che comunemente è denominato “Testa del Gargano”; il paesaggio predominante è quello collinare con alture massime di circa 820 metri s.l.m. ed ha un’estensione superficiale di circa 16.734 ha, dei quali 8.227 ha (49.2 %) sono boscosi, 5.325 ha (31,82%) sono coltivati, 3.182 ha (19%) sono variamente utilizzati. Vieste è situata sull’estrema punta orientale del promontorio del Gargano, con spiagge che si estendono per circa 40 km lungo il mare Adriatico ed è meta ambita del turismo proveniente da tutte le parti d’Europa.

Prospiciente il mare, nella parte pianeggiante, sorge il paese caratterizzato in periferia da costruzioni moderne di tipo mediterraneo e da altre più antiche (dell’anno 1800) che circondano il borgo antico del periodo medievale, caratterizzato da case singole, non allineate e dotate di scale esterne, unite di tanto in tanto da caratteristici archi. Il tessuto urbano è stato realizzato per la parte più antica sulla rocciosa punta di “San Francesco” e si presenta con aspetto tipicamente medievale, la parte più moderna è stata realizzata in epoca posteriore secondo una maglia ortogonale che risulta più distante dalla costa ed è ricompresa tra la punta di “San Francesco” e quella di “Santa Croce”.

Oltre l’estremo lembo della punta di “Santa Croce” che separa la spiaggia di San Lorenzo dal porto nuovo, si incontra l’isolotto di Sant’Eufemia su cui è stato realizzato un faro di prima classe che è un importante punto di segnalazione per i naviganti del basso Adriatico. La popolazione di circa 14.200 abitanti, è dedita prevalentemente all’agricoltura, alla pesca e dal 1963 anche al turismo, anno a partire dal quale la realizzazione del “Centro Turistico Pugnochiuso” da parte della SNAM, ha dato grande sviluppo al turismo nazionale ed internazionale ed impulso all’economia di tutta la fascia costiera, dove s’incontrano ampie spiagge e silenziose calette e dove tuttora, anche nei periodi di massima affluenza turistica, è possibile godere di un mare limpidissimo ed incontaminato e dove è ancora possibile distendersi al sole su arenili di candida sabbia. Nel territorio di Vieste si incontrano innumerevoli grotte, in alcune delle quali sono stati ritrovati importanti resti di necropoli risalenti ad epoca paleocristiana.

La morfologia tipica dei luoghi è costituita da formazioni calcaree come quelle che si possono vedere sulle pareti rocciose dalle quali svetta “Il Castello”, da dove è possibile ammirare anche il “Pizzomunno” che dà il nome ad un faraglione alto 26 metri, gigantesco obelisco calcareo modellato dall’erosione marina che ha ispirato numerose leggende popolari.

There are no properties listed on this page at this moment. Please try again later.

Compare Listings